EVENTI

Con il III Congresso delle Neuroscienze toscane

che si è tenuto a Viareggio dal 5 al 7 aprile 2019, si consolida il percorso che le sezioni toscane di SIN e SNO hanno avviato ormai da alcuni anni. Il tema proposto sintetizza molti argomenti di fondo delle precedenti edizioni e valorizza la necessità di offrire al paziente un rapido inquadramento diagnostico (non solo nelle patologie acute ma anche in quelle croniche) per poter avviare tempestivamente un percorso terapeutico e assistenziale appropriato e di elevata qualità; offerta che deve rispettare il criterio dell’equità e che cioè sia il più possibile omogenea all’ interno della nostra regione. Precocità di intervento, appropriatezza, qualità sono aspetti che ben si coniugano con il tema della sostenibilità dal quale, in tempi di scarse risorse, non si può prescindere. E’ documentato, infatti, che elevati standard qualitativi di tutte le fasi del percorso clinico e assistenziale si traducono in maggior efficacia, in miglior outcome per la persona malata ed in un più favorevole ritorno economico. Persino laddove non sempre abbiamo a disposizione terapie efficaci – si pensi alla malattia di Alzheimer o alla sclerosi laterale amiotrofica – se la presa in carico è precoce ed il follow-up adeguato, la qualità di vita del paziente e dei caregivers sarà più accettabile e meno dispendioso sarà il ricorso al sistema per far fronte agli inevitabili scompensi di malattia. Un percorso così definito è spesso complesso e suppone un approccio multidisciplinare che vede

Empty tab. Edit page to add content here.
Empty tab. Edit page to add content here.